Snapchat il social network per lo storytelling perfetto

0

Dopo aver sentito parlare sempre più spesso di questo social network, mi sono convinto a testarlo, Si ok lo ammetto! Anche dopo aver visto mia nipote giocare con le facce buffe che Snapchat mette a disposizione.

Devo dire che effettivamente rispetto a tutti gli altri social, l’app è decisamente meno intuitiva, ma dopo un po’ ci si inizia a fare l’abitudine. Non sto qui a fare un videotutorial sull’utilizzo di Snapchat perché già ce ne sono un’infinità, vi consiglio di vedere su youtube.

Quello che invece vorrei mettere in risalto è il lato markettaro di Snapchat, iniziamo con il parlare dei Geofiltri che sono dei contenuti grafici che possiamo applicare alle nostre foto/video, la particolarità però è che possiamo selezionarli tra una lista messa a disposizione automaticamente in base alla zona in cui ci si trova, la cosa più carina è inoltre che possiamo crearli noi stessi direttamente da questa pagina.

Si può scegliere se creare un Geofiltro COMMUNITY o un Geofiltro ON-DEMAND, la differenza sta nel fatto che il primo è gratuito, non può utilizzare brand o marchi registrati, mentre il secondo si e può essere acquistato per collegarlo a particolari eventi o luoghi dove verrà pubblicato e permetterà a tutte le persone che si troveranno li, di poter pubblicare uno Snap con il proprio Geofiltro.

geofiltri

Un pò di dati

Entriamo un po’ più nel dettaglio, Snapchat è già ampiamente diffuso negli Stati Uniti, dove ogni giorno raggiunge il 41% di tutte le persone che hanno un’età compresa tra i 18 ed i 34 anni. Oltre 100 milioni di persone utilizzano Snapchat ogni giorno, vengono visti oltre 10 miliardi di video al giorno, in aumento del 350% solo nell’ultimo anno.

Ovviamente si capisce benissimo che sono numeri molto interessanti, che hanno permesso già un ampio sviluppo di advertisers statunitensi, ma data la velocità di espansione, sarebbe opportuno iniziare a capire quali sono le reali potenzialità anche per le attività italiane.

Snapchat e l’advertising

Esistono principalmente 3 tipologie di ADS: SNAP ADS, SPONSORED GEOFILTERS e SPONSORED LENSES.

SNAP ADS: È un video annuncio che appare contestualizzato dopo degli Snaps, si può anche dare la possibilità scorrendo verso l’alto di vedere maggiori informazioni. Lo swipe-up rate per lo Snap Ads è 5 volte maggiore al click-through rate medio di altre piattaforme.

snap_ads

SPONSORED GEOFILTERS: Come accennavamo prima è possibile creare geofiltri personalizzati e gratuiti per la sezione Community e a pagamento nella sezione On-demand. Gli Snapchatters che si trovano nei pressi della tua attività potrebbero utilizzarlo per condividere Snap con il tuo Geofiltro. Negli Stati Uniti, ogni singolo Geofiltro nazionale, raggiunge tipicamente una tra il 40 ed il 60% degli Snapchatters giornalieri.

geofiltro

SPONSORED LENSES: È sicuramente il modo più divertente e di impatto che si può scegliere per sponsorizzarsi, perché oltre a sponsorizzare un proprio brand e/o prodotto, permettono agli Snapchatters di divertirsi e giocare con l’annuncio interattivo. Per attivarli basta premere e tenere premuto sul tuo volto mentre ti stai riprendendo.

sponsored_lenses

Questo è quello che dice ad esempio Coca-Cola di Snapchat:

Each time we partner with Snapchat on a specific campaign, they come with great insights, great creative solutions, and ultimately great measurable results. Emmanuel Seuge, SVP Content, Coca-Cola

Gatorade Case History:
Hanno sviluppato uno Sponsored National Lens, affiancandolo all’evento del Super Bowl ottenendo 30 secondi in media di gioco da parte degli Snapchatters, 60 Milioni di giocatori e 165 Milioni di visualizzazioni.

Vediamo ora come si attesta Snapchat in Italia:
700mila Snapchatters
42,6% hanno meno di 18 anni
30,9% ha tra i 18 e i 24 anni
12,2% tra i 25 e i 34 anni
10,7% tra i 35 e i 44 anni
3,6% oltre i 45 anni

Vi riporto un interessante infografica dello IED che riassume perfettamente la fotografia dello stato attuale in Italia di Snapchat:

snapchat-italia-infografica-ied-2016

Sarebbe molto bello parlare di qualche Case History interessante Italiana, ne conoscete qualcuna? non relativa all’ADS, ma anche al semplice utilizzo.

Share.

About Author

Vincenzo Mastrobattista: papà di una bellissima bimba di nome Anita, lavoro nel mondo del web marketing da diversi anni, cerco costantemente di trovare nuovi spunti interessanti e alla portata di tutti. Amo particolarmente la SEO ed il Facebook Marketing oltre che i cani e gli sport all'aria aperta.