Tecniche di persuasione sui social media – Settore Abbigliamento

0

Eccoci al sesto appuntamento dedicato alle tecniche di persuasione sui social media, questa volta andiamo ad analizzare nel dettaglio il settore Abbigliamento.

Ovviamente se non avessi letto gli articoli precedenti, soprattutto il primo che contiene tutta la parte introduttiva e spiega nel dettaglio cosa abbiamo fatto, prima di arrivare a queste infografiche ti invito a leggerlo.

Di seguito l’indice degli articoli precedenti:

1° articolo Tecniche di persuasione sui social media. Analisi sperimentale di Neuromarketing. Settore Tecnologia

2° articolo Tecniche di persuasione sui social media. Analisi sperimentale di Neuromarketing. Settore Digital

3° articolo Tecniche di persuasione sui social media. Analisi sperimentale di Neuromarketing. Settore Food

4° articolo Tecniche di persuasione sui social media. Analisi sperimentale di Neuromarketing. Settore Viaggi e Turismo

5° articolo Tecniche di persuasione sui social media. Analisi sperimentale di Neuromarketing. Settore Sport

Dopo 4 mesi di lavoro, siamo riusciti a definire la prima bozza di modello e tracciarne i primi risultati, andando ad estrarre i top post dell’annualità 2016 di top aziende di settore, inserendoli poi in un modello excel che ci permette di assegnare una macrocategoria di neuromarketing tra:

  • Fiducia
  • Attrazione
  • Antropomorfismo
  • Pricing
  • Visivo

Tutto questo lo abbiamo ripetuto per 10 settori di riferimento:

  • Tecnologia
  • Digital
  • Food
  • Viaggi e Turismo
  • Sport
  • Abbigliamento e Accessori
  • Salute e Benessere
  • Casa e Cucina
  • Industria e Utensili
  • Automotive

Oggi vediamo insieme il settore Abbigliamento:

infografica tecniche di persuasione sui social media settore abbigliamento

Probabilmente tra tutti è risultato il settore con un pò più di equilibrio tra le varie macrotecniche di neuromarketing utilizzate; infatti, in questo caso ci troviamo una situazione di parità tra “Fiducia” al 36% e “Visivo” al 36%, seguite subito dopo da “Attrazione” al 20%.

Il colore predominante estratto maggiormente è stato:

  • Nero/Bianco/Grigio: utilizzati principalmente come colori riempitivi o di sfondo, ma allo stesso tempo riescono a far risaltare i colori principali. Il nero è associato al potere, modernità, raffinatezza, mentre il bianco alla pulizia, semplicità, innocenza, il grigio tradizione, sobrietà, eleganza.

Tutti concetti perfettamente integrabili con il settore dell’abbigliamento.

Il font sull’immagine utilizzato è stato per lo più della tipologia Sans Serif (60%), quindi senza grazie, font molto moderni, semplici e molto ben visibili.

I dati di rating, ci fanno capire facilmente di che tipologia di post parliamo, dati i numeri veramente molto elevati.

Andando ad analizzare i risultati per macrotecnica di neuromarketing, troviamo la Fiducia che ha generato il’90% di reazioni, contro l’7% di condivisioni ed il 3% di commenti.

La reazione maggiore sviluppata su questa tipologia di contenuti è stata in assoluto il Love raggiungendo l’80%. Sembrerebbe quindi indicare che l’utilizzo di volti, testimonial, acquirenti ipotetici, possano non solo portare ottimi risulatati in termini generali di engagement, ma anche positivi in termini di reazioni.

Passando alla macrotecnica Attrazione, vediamo che ha generato quasi per la sua totalità reazioni 94%, 5% di condivisioni e 1% di commenti.

In questo caso arrivando ad ottenere il’61% di Love ed il 36% di Wow. Questo ci fa in qualche modo capire l’importanza delle tecniche “Glossy, Sesso e Comparazione visiva”.

La macrotecnica dell’Antropomorfismo ci indica invece che le reazioni hanno ottenuto il 61%, 38% per le condivisioni e 1% di commenti.

Le reazioni si sono suddivise tra Love al 62% e Wow al 37%, attestando questa macrotecnica positivamente in termini di reazioni anche se nettamente meno utilizzata delle altre.

Il Pricing, una delle macrotecniche meno utilizzate sui Social, ha portato il 90% di reazioni, 9% di condivisioni e l’1% di commenti. Ottenendo un risultato in termini di reazioni quasi totale sul Wow all’84%.

Infine la macrotecnica del Visivo, prima a parimerito con Fiducia, si è suddivisa in 81% di reazioni, 8% di condivisioni e 11% di commenti. Se mixiamo questo dato con la tipologia di reazioni: 81% di Love e 18% di Wow, risulta interessante vedere come in uno dei pochissimi casi in cui la percentuale di commenti risulta molto elevata, abbinata alle reazioni, sembra aver generato una viralità elevata e molto positiva.

Attraverso questo modello, possiamo già dire che sono partite le prime sperimentazioni in ambito business e stanno portando a risultati molto interessanti, grazie ai quali, insieme al processo standard di sviluppo di un piano editoriale social, si sta cercando di sviluppare un piano d’azione, basato anche sui risultati di tale ricerca.

>>> Se l’analisi sperimentale, vi è piaciuta e vorreste saperne di più o vi piacerebbe collaborare <<<   alla fase di ulteriore sperimentazione, non esitate a contattarmi, vi condividerò molto volentieri il modello excel ed i tool utilizzati.

Per finire vorrei ringraziare tantissimo le persone che mi stanno aiutando:

Francesca Polidoro: dottoressa in psicologia, specializzanda in psicologia clinica.

francesca polidoro

Valentina Capodanno: Psicologa del Lavoro e delle Organizzazioni. Psicoterapeuta in formazione in Analisi Bioenergetica.

valentina capodanno

Valentina Milo: Dottoressa in psicologia clinica e tutela della salute.

valentina milo

Danilo Di Felice, graphic designer.

danilo_di_felice

Andrea Saletti, per il suo gentile contributo.

andrea saletti

Apppuntamento a domenica prossima per l’infografica dedicata al mondo dello Salute, Benessere e Bellezza.

Share.

About Author

Vincenzo Mastrobattista: papà di una bellissima bimba di nome Anita, lavoro nel mondo del web marketing da diversi anni, cerco costantemente di trovare nuovi spunti interessanti e alla portata di tutti. Amo particolarmente la SEO ed il Facebook Marketing oltre che i cani e gli sport all'aria aperta.

Leggi articolo precedente:
online predator come difendersi
Online Predator: Identikit e consigli per la sicurezza

Chiudi